Informazioni

Tutto sulla sedia da bistrot!

Tutto sulla sedia da bistrot!

Le origini della sedia da bistrot


Conosciamo fin troppo bene la silhouette della famosa sedia n ° 14 firmata Thonet. Con la sua schiena con due curve parallele, la sua seduta rotonda e i suoi piedi leggermente curvi, è oggi elencato come il pezzo essenziale di bistrot!

Venduta in oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo dal 1930, la sedia da bistrot fu inventata nel 1859 da Michael Tonet. Dal 1819, questo innovativo ebanista sperimenta nel suo laboratorio diverse tecniche di lavorazione del legno, come la piegatura. La sedia da bistrot viene così prodotta con la tecnica del legno massello curvo. La sua produzione avviene in 3 fasi: tagliamo il legno di faggio, immergiamo i pezzi tagliati in un bagno di vapore per 20-30 minuti prima di piegarli per dargli questa forma iconica.

Thonet inventa la sedia da bistrot su richiesta di Anna Daum, che sognava di avere sedie pratiche, eleganti ma salvaspazio per il suo caffè.

Fu nella sua azienda di famiglia, situata in Germania, che Michael Thonet lanciò quindi la produzione della sedia n. 14, che in seguito sarebbe stata chiamata "sedia da bistrot". Un po 'come Ikea, Thonet offre questa sedia come kit. Si compone di sei pezzi, dieci viti e due dadi. Potrebbe quindi essere facilmente trasportato in casi che potrebbero contenere più sedie. È anche possibile scegliere "opzioni", come braccioli o colori originali per il sedile e la canna.

La fustigazione di la sedia da bistrot è costituito da rattan, una pianta attorcigliata trovata nelle foreste pluviali indonesiane.

La sua forma iconica in Francia ha conquistato birrifici in tutto il mondo per oltre 150 anni. Oggi disponibile in molti colori, si invita intorno alla nostra cucina e ai tavoli da pranzo.

La sedia da bistrot al giorno d'oggi


Sempre così alla moda, a più di 150 anni dalla sua creazione, la sedia da bistrot non è esclusivamente riservata all'uso professionale. È presente anche nei nostri interni. La sua seduta un po 'rustica e molto artigianale la rende un'ottima sedia da cucina.

Nel tempo, la sedia da bistrot è stata reinventata da alcuni designer. Possiamo così facilmente trovare il modello che corrisponde alla nostra decorazione.

Il nostro preferito al momento? La sedia da bistrot in legno biondo che mescola stile retrò e look scandinavo. Di ispirazione vintage, scegli un modello il cui legno sia leggermente lavorato in modo da avere l'impressione che sia stato cacciato o che sia stato in famiglia per generazioni. Oltre ad essere molto decorativo, la sedia da bistrot è il più robusto. Tutta la famiglia può stabilirsi lì senza rischi!

Per un interno più industriale, nella tua cucina o sala da pranzo, scegli la sedia ispirata al bistrot del marchio Tolix. Come il modello originale, assume una forma arrotondata per lo schienale della sedia. Realizzato interamente in metallo, esiste in diversi colori. Ma per un arredamento industriale senza tempo, preferisci i modelli in acciaio inossidabile o nero opaco.

Nel giardino, la sedia da bistrot adotta uno stile più romantico, stile del XIX secolo. Il dorso rotondo è realizzato in ferro battuto bianco, da cui sono stati tagliati motivi. Associato a un tavolino rotondo in ferro battuto bianco, questo è ciò che crea uno spazio caffè / pranzo in giardino o su un balcone con accenti vintage.

Il marchio TON ha ristampato il modello n ° 14 della sedia da bistrot Thonet. Per attenersi al suo stile, si è anche concessa di aggiungere il suo piccolo marchio: linee leggermente sfalsate e movimento più flessibile. Il suo prezzo può, tuttavia, rendere possibile astenersi da più di uno, poiché qui è un vero oggetto di design!