Commenti

Crea un giardino grandioso in un piccolo spazio

Crea un giardino grandioso in un piccolo spazio

Con alcuni trucchi del trompe-l'oeil e soprattutto piante di grandi dimensioni in versioni nane o esemplari contenuti in vasi, è possibile creare un giardino "grande" su una piccola superficie! Non hai abbastanza spazio per ammirare una quercia centenaria dalla tua terrazza, una gigantesca foresta di bambù o un'ondata di ortensie? I giardini contemporanei sono piuttosto angusti, il che non significa che siano meno mozzafiato! In poche decine di metri quadrati, è davvero possibile riunire alcune grandi piante in mini versioni e creare un'atmosfera grandiosa. Non solo saranno facili da controllare, ma forniranno una favolosa impressione trompe l'oeil.

Gnomi da giardino

Per creare un giardino lussureggiante in un piccolo spazio esterno, c'è una vasta scelta di piante XS: trova nel tuo giardino piante cosiddette 'nane' o 'appartamento' come lavanda nana 'Dwarf Blue', agapanthus nano, borragine nano, la bouganville 'Mini Thai' o 'Pixie', la magnolia 'Piccola gemma' ... Per non parlare del pino mugo 'Pumilio', il falso cipresso Lawson 'Minima auréa', il thuja in miniatura occidentale 'Danica', tra altri piccoli tesori di verde e fiori! Nella famiglia del bambù, ci sono anche diverse varietà nane che sono eleganti come i loro fratelli maggiori con pochi pollici in meno: la fargesia nitida 'Red Panda' non è traccia quindi non invasiva; o la 'Grande Muraglia' che non supererà i 3 metri di altezza: ideale per nascondersi da un lato o per nascondere una parte del giardino. "Fai attenzione però con il nome di 'bambù coperto', sottolinea Frédéric Rochette del sito Moneden.fr: alcuni sono destinati ai vivari".

I "piccoli alberi" sotto i riflettori

Non è perché lo spazio è piccolo che non dovremmo piantare alberi! Al contrario, ben scelti, consentiranno di dimenticare le partizioni e creare un effetto "piccola foresta". Nella nostra selezione, la fotinia prima, che è un arbusto interessante per i piccoli giardini a causa del suo lento sviluppo e dei suoi piccoli sempreverdi, "e anche tutti i carboncini, aggiunge Frédérique Rochette. In particolare il carbone nano giapponese" . Per quanto riguarda Jean Pouillard del sito Globe Planter, consiglia i fastigiés di piccole dimensioni come il serviceberry, e il cipresso di Provenza con il fascino molto snello, potendo così incorniciare facilmente il giardino; è uno dei grandi soggetti che occupano poco spazio sul terreno.
Pierre-Alexandre Risser, specialista di architettura paesaggistica nei giardini cittadini, concorda: "In un piccolo giardino consiglio, in modo che lo spazio sembri meno piccolo, di mettere in vaso esemplari della forma di un albero di" bonsaïfiant ": funziona bene con cedri e pini che sono conifere ... Per un pioppo può funzionare, tuttavia i vincoli di irrigazione saranno forti.Il più visto è l'acero giapponese che raggiungerà quindi solo 2 o 3 metri e sarà potato Esistono anche forme nane di prunus: alberi di ciliegio piangenti, come il prunus subhirtella "Autumnalis" che fiorisce da novembre a marzo e sembra immediatamente un vecchio albero con un minimo ingombro. Sto anche pensando a alcune varietà di ginkgo biloba, che a 30 anni è alto solo 1 metro. Il daphniphyllum è un arbusto asiatico con foglie sempreverdi, quasi traslucido in primavera, e con una silhouette molto grafica ". In piccoli spazi, per cambiare il rapporto di scala giocando sull'effetto trompe-l'oeil, Pierre-Alexandre Risser ama anche usare la palma cinese (Trachycarpus fortunei), con le sue grandi foglie; o l'aralia elata (Angelica del Giappone), un arbusto deciduo che avrà l'effetto più bello.

La chiave: grandi piante in vaso!

Coltivare grandi piante in vaso è un vantaggio per i piccoli giardini. Prova ovviamente con le rose, ma anche le ortensie, le piante perenni, la copertura del terreno ... tutto può essere sminuito in vasi per creare isolotti verdi o colorati, pieni di fascino. Ci piacciono in particolare i piccoli aceri che hanno tutto grande e che avranno un bell'aspetto in un vaso colorato appariscente (blu o verde per esempio, evidenziando il loro fogliame rosso); o palme nane per dare un tocco esotico al tuo esterno, come i chamaerops humilis, l'unico che vive in Europa. E perché non provare la castagna in vaso, come i parigini? Magnolia, azalee, oleandro, rododendri, palma e corniolo fiorito (Cornus florida) sono altre opzioni che funzionano bene in vaso. E puoi creare ciuffi di piante perenni a foglia larga con acanto. Tuttavia, queste colture richiedono più attenzione che per le piantagioni in piena terra, hanno bisogno di annaffiature abbastanza regolari (non troppo!) E cibo: "Le piante acide del suolo consumano il substrato in modo particolarmente rapido, spiega Frédérique È necessario aggiungere regolarmente la terra di erica, il corno schiacciato o un fertilizzante ogni autunno, per evitare che diventino gialli e, se necessario, devono essere rinvasati perché colonizzano rapidamente il vaso con un sistema di root altamente sviluppato ".




Alberi da frutto, possibili in un piccolo spazio

Per avere un giardino dell'Eden perfetto, non dimenticare gli alberi da frutto. L'albicocca, la pesca, la pera, la mela, la ciliegia, la nettarina, il brugnon e persino i mandorli sono disponibili nelle versioni nane, dal 30 al 40% più piccole della varietà classica. Colonnati o pergolati, sono anche molto belli e occupano pochissimo spazio. "E per sbucciatori facili, limoni o aranci, spiega Frédéric Rochette del sito Moneden.fr, dovranno essere svernati, a meno che non vivano a Nizza. Sono molto golosi di azoto, puoi donarli grazie a una buona dose concime azotato una volta all'anno; evita i fertilizzanti liquidi, assorbiti troppo rapidamente e preferisci quelli nei granuli, che verranno rilasciati man mano che la stagione avanza lentamente. " Pierre-Alexandre Risser consiglia anche in questa categoria il cotogno giapponese chiamato anche pero giapponese.
in Crescere e prendersi cura degli alberi da frutto , pubblicato da Eyrolles - Sang de la Terre, Elisabeth e Jérôme Jullien spiegano che "coltivare alberi da frutto su una terrazza o un balcone (NLDR: o un piccolo giardino, quindi) è possibile e richiede l'uso di varietà nane, tra cui le radici (spesso quelle del portainnesto) sono adattate alla crescita in vaso. (...) ". La loro selezione: albicocca 'Aprigold', arancio 'Four Season Orange', ciliegio 'Bing', nettarina 'Ruby', pesco 'Crimson', melo 'Sun red', pero 'Garden pearl', susino 'Goldust'.

Suggerimenti per sfruttare al meglio il tuo spazio

Documentati con libri come Ho successo in tutte le mie culture in vaso Edizioni Terre Vivante e Colture abbondanti in un piccolo giardino , pubblicato da Ulmer, tra le altre meraviglie letterarie del giardino. Ti daranno tutti i consigli per sfruttare al massimo lo spazio e realizzare un grande giardino su una piccola area. Ad esempio, "Prepara un tipo di capriolo, consiglia Fabrice Chollet, un tasso minimo di utilizzo del suolo per la massima produzione!". Per un'atmosfera mediterranea, il libro consiglia anche agave, rosa, cactus vergine e dracaena: tutto in vaso! in I giardini viventi di Pierre-Alexandre Risser Edizioni Ulmer, il famoso paesaggista, mostra anche come, se hai solo una piccola terrazza soleggiata, puoi installare un pergolato e far crescere un glicine o un gelsomino stellato, che formerà dopo alcuni anni di buone cure, un piccolo giardino in sospensione ... Queste due piante rampicanti possono anche essere condotte come un albero a mezzo gambo in un'altra configurazione, secondo le tue preferenze. Un'altra idea: in un serbatoio XL, immergere l'equiseto per un'atmosfera "mini-bacino naturale".
in Truffaut dal giardino ecologico , scopriamo che è possibile creare uno spazio veramente separato circondando il tuo giardino con una siepe alta: più è alto, più promuoverà un microclima unico. Arrampicarsi su palizzate alte permetterà di coltivare rampicanti fioriti e profumati come caprifoglio, clematide, rose, ma anche edera ... e di usare la verticalità per allargare il suo piccolo spazio verde. Alcune ortensie possono persino andare molto in alto! in Il giardino, un soggiorno di Pierre Nessmann a La Martinière (2012), il giornalista-conduttore spiega infine che "Creare sollievo e chiarire le prospettive in un piccolo spazio rende possibile dimenticare la piccolezza del luogo dando l'impressione di profondità". Raccomanda la "moltiplicazione dei materiali sul terreno o sui muri e la diversità delle piante": si tratta quindi di creare un "arredamento ricco e vario, più spazioso poiché ci vuole più tempo per scoprirlo". Ultimo suggerimento firmato Pierre-Alexandre Risser: "Uno specchio sul muro incorniciato da un traliccio moltiplica le piante all'infinito (...)". Per consultare: www.globeplanter.com www.moneden.fr