Informazioni

Visita: il giardino del castello di Bagnols, nel paese delle Pietre d'oro

Visita: il giardino del castello di Bagnols, nel paese delle Pietre d'oro

Situato nei vigneti del Beaujolais, nel cuore del paese di Pierres Dorées, il castello di Bagnols del XIII secolo è un tesoro architettonico classificato come monumento storico, con i suoi fossati e le mura circostanti. Il suo giardino si estende su 4 ettari è un incanto, ricco di sobrietà, selvaggio e controllato.

L'alleanza del giardino francese e del giardino inglese

Fu nel 1987 che Lady Hamlyn si innamorò del castello, più o meno abbandonato. Ha intrapreso importanti lavori di restauro con il suo architetto Jean Gabriel Mortamet. Il giardino murale recintato è stato ridisegnato secondo il layout del 18 ° secolo, una piscina romana lontano dalle mura estende il frutteto. Matrimonio tra il giardino francese e il giardino inglese, lo spazio è sobrio combinando linee geometriche, vicoli di tasso, lavanda, ciliegio e marquise di tigli. Incondizionato con rose antiche, il proprietario le sposa con glicine e caprifoglio predominanti, scegliendo specie scarsamente fiorite, che contribuisce alla semplicità dell'arredamento. 41 alberi di tiglio, 106 alberi di ciliegio, 600 piedi di lavanda, 3000 tassi ... Le varietà sono piantate secondo uno schema molto preciso che delimita gli spazi. Qui il vicolo di lavanda, il cortile di tiglio, il frutteto di ciliegie. Alle pareti il ​​glicine cinese e le rose Helen Hamlyn (create per il proprietario e che portano il suo nome) si susseguono in una sorprendente regolarità e si armonizzano con la pietra dorata con eleganza. Qua e là, la valeriana, con i suoi colori vivaci, costituisce un bel tappeto di fiori di rosa selvatici.







Un giardino fedele alla storia del luogo

Con le sue fontane, statue e alberi centenari, il giardino del castello è rimasto fedele alla storia del luogo. Eleganza senza ostentazione, un'arte di vivere francese che si estende all'esterno. Una passeggiata sotto la marchesa di tigli olandesi piantata 25 anni fa e potata due volte l'anno, una scappatella poetica nel frutteto al tempo dei fiori di ciliegio o una passeggiata nell'orto dove tutte le piante aromatiche utilizzate dal Lo chef Jean Alexandre Ouaratta, ci riporta indietro nel tempo. Un arredamento bucolico che porta il segno del passato ...
Saperne di più : www.chateaudebagnols.com