Utile

Come usare correttamente il forno?

Come usare correttamente il forno?

L'uso corretto del forno e la sua manutenzione regolare sono le due chiavi per massimizzare la durata del vostro apparecchio. Metodi di cottura, termostati, utilizzo delle opzioni ... Vi sveliamo tutti i segreti di una ricetta perfettamente riuscita!

Quale metodo di cottura per quale tipo di piatto?

Aria calda, convezione naturale, griglia, griglia ad aria forzata ... I forni attuali offrono diversi metodi di cottura che non devono essere utilizzati in alcun modo. La convezione naturale è un metodo di cottura che diffonde uniformemente il calore grazie alle sue resistenze posizionate in alto (in alto) e in basso (in basso). È consigliato per cuocere torte, soufflé e carni magre (carne di manzo o selvaggina), a condizione che si usi solo un livello del forno. Se stai cercando una carne molto tenera, scegli una cucina delicata! La funzione di aria forzata (o calore circolante) favorisce una distribuzione uniforme del calore all'interno del forno grazie alle ventole posizionate nella parte posteriore. È ideale per cuocere dolci, pollame o grandi pezzi di carne e consente di cucinare più alimenti contemporaneamente senza mescolare i loro odori o sapori. La modalità grill è preferita per grigliare bistecche, salsicce, toast e pezzi di pesce: è ideale per carni molto tenere di costolette, lombata o lombata. Se si sceglie la modalità grill ad aria forzata, la resistenza del grill e la ventola funzioneranno alternativamente, promuovendo così la croccantezza del cibo.

E i termostati?

Le temperature indicate nelle ricette sono talvolta convertite in un termostato (da 1 a 10). Se si desidera conoscere la corrispondenza in gradi, è sufficiente moltiplicare il valore del termostato per 30. Esempio: termostato 4 = 120 ° C. Piccoli termostati (3 o 4) sono preferiti per cibi "delicati" (come ad esempio la meringa) o per cotture lunghe come caviale di melanzane o gamba di 7 ore. Thermostat 5 è ideale per la cottura di filetti di sogliola, biscotti, amaretti o torte leggere. Pesci più spessi, petit four, torte e soufflé richiedono invece un termostato 6. Infine, i livelli più alti sono preferiti per carni, gratin, torte e torte.

Pulisci a fondo il tuo forno

Affinché un forno funzioni in modo ottimale, è essenziale mantenerlo regolarmente, soprattutto se sei un cuoco diligente. Questa manutenzione comporta innanzitutto una pulizia accurata, sia manuale, catalitica o pirolisi. Dopo ogni utilizzo del forno, quando è appena caldo, ricordati di pulire le fuoriuscite e gli alimenti versati: è molto più facile pulirlo progressivamente piuttosto che aspettare che sia troppo sporco! Alcuni cuochi hanno l'abitudine di coprire le pareti e i vassoi del forno con un foglio di alluminio per non sporcarlo: un errore da non ripetere perché le foglie deteriorano lo smalto del tuo elettrodomestico. Infine, usa il lato giallo della spugna anziché il raschietto per non danneggiare la parete fragile e porosa (per i modelli con catalisi) del tuo forno.

Da ricordare

Hai appena installato il tuo forno nuovo nel mezzo dei mobili della tua cucina? Ricorda di riscaldarlo per la prima volta quando è vuoto (a una temperatura di circa 200 ° C) per 1 ora, lasciando la porta socchiusa per rimuovere odori e fumi dal forno. Successivamente, il preriscaldamento - anche per pochi minuti - ti consente di scottare determinate carni, preservare il valore nutrizionale del cibo o persino "aumentare" i tuoi dolci.