Informazioni

Tutto quello che devi sapere sulle piante da taglio

Tutto quello che devi sapere sulle piante da taglio

Tutti sanno che le talee (dal vecchio taglio francese, spingono, germogliano) sono una necessità, per tutti i giardinieri in erba o esperti, al fine di conservare, ringiovanire o moltiplicare le piante preferite del giardino o della casa. Niente potrebbe essere più semplice e più facile da implementare, a condizione che tu ti prenda cura di alcuni dettagli che aumentano le tue possibilità di successo. Le talee ti permettono di riprodurre una pianta da un pezzo di stelo, foglia o radice. Questa moltiplicazione vegetativa - esclusa la riproduzione sessuale - consente di ricreare la pianta originale, mediante la vera clonazione, e di preservare fedelmente le sue caratteristiche: dimensioni, abitudine, colore delle foglie e dei fiori.

Incontro le condizioni favorevoli per il taglio

Il momento principale per il taglio è probabilmente la fine dell'estate, da fine luglio a fine settembre. Anche le talee di primavera e autunno danno buoni risultati. La pratica tradizionale del giardiniere stabiliva il periodo più favorevole, secondo la specie. È preferibile prendere le talee al mattino, che sono più ricche di acqua, e trapiantarle immediatamente. Il tasso di successo è più alto se la pianta madre è vigorosa e libera da malattie. Gli strumenti utilizzati, la macchina per innesto o il bisturi, devono essere ben affilati e disinfettati. Il substrato da trapiantare deve essere sterile, leggero e ben drenante, se possibile, come un composto di semina speciale o una miscela di torba leggera e sabbia. L'uso di una polvere ormonale è talvolta necessario per stimolare la formazione del sistema radicale, in particolare nelle conifere e negli arbusti sempreverdi. Infine, una buona umidità, accompagnata da un lieve calore, al riparo, accelera e facilita il radicamento delle talee. Parliamo di talee in umido, se è completamente coperto (da un sacchetto di plastica o mini-serra).

Comincio a tagliare

La pratica delle talee si applica in molti casi, a seconda delle caratteristiche delle piante e del periodo di campionamento. Le talee, generalmente prese dallo stelo, possono essere erbacee (ad esempio crisantemo), semi-augurate, vale a dire nel processo di lignificazione (cespuglio di rose), o interamente augurate, vale a dire con ramoscelli lignificato (uva spina ...). Le talee erbacee (molte piante d'appartamento) sono le più semplici. Prendiamo uno stelo o un pezzo di stelo dell'anno, che trapiantiamo in un substrato adatto. Puoi persino lasciare che le radici si sviluppino immergendo la base dello stelo. I campioni semi-augured o augured vengono prelevati da un pezzo di stelo nel mezzo di un ramo dell'anno. A volte il campione viene esteso da un piccolo pezzo di ramoscello adiacente o solo da un pezzo di corteccia di quest'ultimo. In questi due casi, parliamo di talee del tallone. Il ramoscello o il tallone devono essere tagliati in un bisello per aumentare la superficie di contatto con il substrato, prima di immergerlo nella polvere ormonale. Per limitare la traspirazione dal taglio, i due terzi delle foglie devono essere rimossi senza danneggiare le gemme. Scavare un pre-foro nel terreno, prima di inserire le talee così preparate a pochi centimetri di profondità, e tamponare il terreno tutto intorno. Acqua moderatamente.

Altri tipi di talee

Alcune piante hanno la particolarità di riprodursi da una delle loro foglie. Una foglia di saintpaulia, il cui picciolo è piantato nel terreno, darà una nuova piantina poche settimane dopo. Alcune begonie si moltiplicano diffondendo una foglia adulta sul substrato (avremo già fatto alcune incisioni sulle nervature di questa foglia). La ridotta foglia di papiro che viene messa "sottosopra" nell'acqua è un'eccezione, perché in tutte le altre talee rispettiamo la direzione naturale dell'aumento della linfa dal basso verso l'alto. Le talee di radice riguardano piante che hanno la capacità di rigenerarsi dal loro apparato radicale: sono piante perenni come lupino, papavero ... ma anche arbusti come il lillà, il lampone. È sufficiente posare sul substrato sezioni di radici piatte di 5 cm, prendendo le stesse precauzioni delle altre talee. Ora è il momento di aspettare prima di osservare i primi segni di allontanamento dalla vegetazione, confermando che il taglio viene "preso". Dai primi germogli, non dimenticare di trapiantare le nuove piante in un substrato più nutriente, come quelli di una piantina.




Taglia una rosa, un anno dopo ...