Commenti

D-14: Natacha e l'albero di Natale

D-14: Natacha e l'albero di Natale

Avevamo lasciato Natacha molto orgogliosa delle sue decorazioni natalizie fai-da-te, eccola di nuovo, in gran forma per raccontarci le sue battute d'arresto con gli alberi di Natale ... Cari lettori, non vi sarà sfuggito, è giunto il momento, eccolo, non possiamo più fingere oggi: il Natale si sta avvicinando troppo per farci agire come se non avessimo visto le ghirlande luminoso riflesso in tutte le finestre dei nostri vicini. Molti hanno pubblicato belle foto che odorano di vacanze sui social media. Io, per il momento, ho pubblicato principalmente uno dei miei aneddoti più belli, per mancanza di meglio per il momento. Vedi, ho una responsabilità abbastanza pesante per le conifere. Volevo un albero, uno vero, che odorasse di foresta. È immediatamente più Natale, quando odora di spine nel soggiorno, mi dissi. Quindi, volevo comprare un abete, uno che mi punge le dita quando provo ad appendere le mie decorazioni su di esso. La prima preoccupazione che si incontra quando si desidera acquistare un vero albero è la scelta. È ancora folle avere così tante scelte, sembra nella sezione patatine del supermercato. Ci sono quelli grandi, i piccoli abeti, quelli veramente piccoli, quelli che vengono dal Giura, quelli che vengono dalla Danimarca, quelli che perdono le loro spine e quelli che li tengono. Ovviamente, ho sempre desiderato grandi alberi.
Sono stato educato sulle sitcom americane durante le vacanze, con questo padre che va alla ricerca dell'albero più alto e più bello con suo figlio, i cui occhi brillano di gioia. VOGLIO LO STESSO. Ecco come si finisce con un abete alto 3 metri, che non si adatta più alla tua piccola macchina che al tuo appartamento. Improvvisamente, finisci con un albero a rete, nella metropolitana, la gente ti odia e alla fine, quando sei tornato a casa, ha la cima curva a livello del soffitto, lasciando una bella traccia di linfa che il padrone di casa ti dirà notizie alla fine del contratto di locazione. Ho finito per ragionare con me stesso e ho attraversato alberi di piccole dimensioni che erano adattati alla mia vita reale. Ma non avevo ancora compreso pienamente l'interesse di conoscere le diverse specie di abeti. Perché, naturalmente, colui che odora di più la foresta non è colui che non perde i suoi aghi. Inoltre è quasi inversamente proporzionale. Quindi ti ritrovi a dover aspirare ogni giorno da quando hai afferrato il concetto di attaccare gli aghi sotto il tuo arco dopo una settimana di convivenza, e fino a prova contraria, "fakir" non era la tua vocazione primaria. Alla fine, dato che ho questa meravigliosa opportunità di essere in un edificio con riscaldamento collettivo, il mio albero è finito nudo per essere stato troppo caldo, anche prima dell'arrivo di Natale. Ho finito per arrendermi e ho investito in un albero sintetico. Uno carino, che, certamente, mi è costato un po 'caro, ma che è meno stanco di altri. L'unica vera preoccupazione per l'albero sintetico, a parte il fatto che stai abbandonando l'atmosfera della foresta nel tuo salotto, è che lo metti via in modo che venga messo in evidenza solo una volta all'anno. E un anno è abbastanza lungo da dimenticare alcuni dettagli. Fino a poco tempo fa l'ho conservato nel seminterrato della casa dei miei genitori, senza cantina. All'improvviso, qualche giorno fa, sono andato in un'avventura con loro per recuperarla. Una domenica, alla fine della giornata, mi costringe a sfidare la città e i suoi ingorghi. Sono tornato nel loro seminterrato, senza risultato. Fu quando mi ricordai di avere una cantina dallo scorso marzo che mi resi conto che forse l'avevo riordinato lassù, per motivi di praticità. E davvero. Era lì, ad aspettarmi nella sua bella scatola colorata di Natale. In fondo alla cantina. Dietro una molla, 4 biciclette e circa 20 scatole.
L'abete, in un certo senso, è un po 'come il mio test antincendio annuale. Ma lo trovo ancora bello alla fine! Ti sono piaciute le avventure di Natacha? Condividi le foto del tuo albero di Natale - modalità selfie o no - con noi su Instagram! E non dimenticare di giocare al nostro fantastico concorso dell'Avvento: oggi puoi provare a vincere un aspirapolvere Hoover, molto pratico per succhiare gli aghi di abete ...