Suggerimenti

Prima / Dopo: crea spazio di archiviazione in un piccolo studio

Prima / Dopo: crea spazio di archiviazione in un piccolo studio

L'architetto francese Cyril Rheims è famoso per il suo know-how nella disposizione di piccoli spazi. Le sue piattaforme, lo stoccaggio modulare e gli armadi ultra minimalisti si sono già dimostrati validi per molti individui. Essendo il risparmio di spazio una delle maggiori sfide del nostro decennio, i proprietari di monolocali e piccoli appartamenti devono ora ricorrere a molti trucchi per riordinare i loro effetti personali senza invadere lo spazio abitativo. È in questo senso che Nicolas, un giovane abitante della città, ha invitato Cyril Rheims per il rinnovo del suo studio di Parigi. Spiegazioni nelle immagini.

Sfruttare la superficie del terreno


prima : Quando Nicolas acquisisce questo 24m2 situato al piano terra, il layout dello spazio non è proprio di suo gusto: il piccolo studio manca di luce, ma anche di funzionalità. Oltre a questi due principali inconvenienti, altri aspetti devono essere completamente ripensati: lo stile dell'appartamento, completamente assente poiché l'alloggio viene acquistato "nel suo stesso succo", e la mancanza di spazio di archiviazione. Nicolas vuole un posto dove vivere al confine tra una camera d'albergo e un appartamento classico, dove ogni oggetto può essere riposto in modo discreto. Ha quindi invitato l'architetto Cyril Rheims a riorganizzare il suo studio e portargli il tocco contemporaneo che gli mancava.
dopo : Quando Cyril Rheims ridisegna i piani abitativi, il suo obiettivo è quello di sfruttare al meglio lo spazio del pavimento per guadagnare preziosi metri quadrati nello spazio abitativo. Come i loft giapponesi, quindi elimina tutto lo stoccaggio a parete spostandoli sul pavimento. La chiave di questo gioco di prestigio? Una piattaforma intelligente sotto la quale nascondere numerosi armadi di varie dimensioni. Niente più fronzoli, lascia spazio al minimalismo! Tutte le pareti sono lasciate intenzionalmente nude ad eccezione di due applique dotate di dimmer. Per quanto riguarda l'arredamento, è interamente immaginato dallo studio di Cyril Rheims, che lo concepisce come un blocco inseparabile: la piattaforma funge quindi da pavimento, cassapanca, ma anche da sedile per sedersi al tavolo della scrivania posto ai piedi del letto. Di fronte a questa vasta piattaforma si trova la cucina, semplice ma molto funzionale. Cyril Rheims ha immaginato una lunga superficie di lavoro sotto la quale Nicolas può far scorrere un frigorifero, una lavastoviglie, una lavatrice e i suoi utensili da cucina grazie alle numerose credenze. In termini di colori, l'architetto ha optato per una tavolozza di bianchi mescolati con il legno. Quest'ultimo conferisce un tocco accogliente a questa decorazione ultra minimalista, senza distorcere lo spirito contemporaneo del luogo.

Un bagno di design e minimalista


prima : La maggior parte delle piccole abitazioni urbane progettate nel secolo scorso hanno spazi irregolari e bizzarri. È il caso dello studio di Nicolas in cui il bagno è relegato in un angolo minuscolo, una sorta di corridoio che termina in una piccola area di pochi metri quadrati. La sfida è enorme per Cyril Rheims, che ha a che fare con questo formato non convenzionale!
dopo : Dopo aver valutato i pro e i contro, l'architetto ha finalmente optato per una grande doccia in muratura, di fronte alla quale si trova una toilette sospesa. Lo stoccaggio e l'unità di vanità si svolgono finalmente nello spazio rimanente, lungo il muro. Sempre allo scopo di risparmiare spazio, Cyril Rheims sceglie di avere un mobile su misura che si adatta perfettamente alle forme insolite della stanza, senza ostacolare la circolazione. Tutti gli elementi sono neri, tranne il lavabo, per rafforzare la personalità di questo mini-bagno. Per compensare la mancanza di luce esterna, gli apparecchi sono dotati di dimmer regolabili secondo i desideri del proprietario. Maggiori informazioni sul sito web di Cyril Reims