Utile

Cos'è la cultura collinare?

Cos'è la cultura collinare?

La coltivazione di butte è un metodo di giardinaggio biologico, basato soprattutto sul rispetto degli ecosistemi. Nell'orto come nel giardino del piacere, la coltivazione su poggio implica il rispetto di alcuni grandi principi che descriviamo in dettaglio Charly de Jardiland. Semplice, economico, è una tecnica di giardinaggio utilizzata in micro-agricoltura e permacultura.

La coltivazione in collina semplifica il lavoro sul terreno?

La coltivazione su collinette è prima differenziata dal alleggerimento della lavorazione del terreno. Questa è una delle peculiarità dell'agricoltura sinergica sviluppata da un naturalista e agronomo spagnolo, Emilia Hazelip. Lei stessa era stata in gran parte ispirata dal concetto di agricoltore giapponese, soprattutto un microbiologo specializzato in fitopatologia, Masanobu Fukuoka, particolarmente impegnato nell'agricoltura naturale. Questo può darti un'idea delle basi della coltivazione delle colline.

Quindi l'idea è fare affidamento sulla natura e non forzarla?

Questa è piuttosto la filosofia stessa della cultura collinare. Stiamo parlando di una filosofia verde che non è nata ieri da quando abbiamo trovato tumuli di cultura risalenti all'era precolombiana. Questo metodo agrario presenta molti vantaggi. Non è necessario utilizzare molta energia manuale o meccanica poiché la coltivazione sui tumuli non viene effettuata dopo aver lavorato il terreno in profondità ma dopo averlo sollevato a volte a più di 1,50 m. Cosa cambia tutto!

È la stessa cosa coltivare ortaggi su tumuli e giardini quadrati?

Queste sono due tecniche di giardinaggio abbastanza simili. La coltivazione sui tumuli è ancora più semplificata poiché non abbiamo bisogno di materiali per creare i famosi quadrati. Il giardinaggio più comunemente fatto rende difficile lavorare il terreno più di venti centimetri di profondità. Con la coltivazione in collina, la terra viene sollevata in modo da aumentare la profondità del suolo. È particolarmente indicato su terreni pesanti o argillosi.

Quali sono gli altri vantaggi di crescere sui tumuli?

Il terreno si riscalda più velocemente e guadagna fino a 4 ° C perché i raggi del sole raggiungono obliquamente l'intero strato aereo. Le perdite d'acqua sono limitate se si presta attenzione a montare tumuli con materiali organici. Allo stesso modo, l'acqua piovana o l'irrigatore penetra più facilmente perché il terreno è allentato. Ciò comporta anche un migliore radicamento delle piante e una grande facilità di sradicamento degli ortaggi a radice. Questo non è sempre il caso del giardinaggio profondo dove il terreno è spesso duro.

Perché diciamo che la coltivazione sulle colline è una forma di agricoltura naturale?

La coltivazione su poggio implica che si gioca il gioco applicando quattro principi principali, vale a dire: non capovolgere la terra per rispettare i microrganismi. Non sterilizzare eccessivamente il terreno. D'altra parte, uno può ad esempio far crescere un legume come il trifoglio bianco al di fuori dei periodi di crescita. Non esagerare perché le erbacce svolgono un ruolo regolatorio in termini di equilibrio biologico e fertilità del suolo. Non utilizzare pesticidi, ma controllare naturalmente insetti e malattie.

Come organizzare questi tumuli in giardino?

Installiamo tumuli di circa 1,20 m di larghezza e 50-70 cm di altezza o più, avendo cura di organizzare piccoli percorsi tra ciascuno di essi per facilitare il movimento del giardiniere. È precisamente la terra che viene rimossa per creare i percorsi che verranno utilizzati per creare i tumuli. Naturalmente, aggiungiamo concime di letame, segatura o persino un po 'di sabbia. Ogni tumulo viene quindi modellato con un rastrello e possiamo eventualmente consolidare le pendenze con bambù per evitare il cedimento dei tumuli.