Suggerimenti

Intervista a Dominique Le Sidaner, presidente dell'associazione Les Jardins Henri Le Sidaner

Intervista a Dominique Le Sidaner, presidente dell'associazione Les Jardins Henri Le Sidaner

Gerberoy è un'antica città fortificata situata a metà strada tra Beauvais, Rouen e Amiens, ordinata "città" da Philippe Auguste nel 13 ° secolo. Questo villaggio di mille abitanti, classificato tra i più belli di Francia, ripara dietro i suoi bastioni gli stupefacenti giardini del pittore francese Henri Le Sidaner. Ingiustamente dimenticato dal grande pubblico, l'artista impressionista ha trascorso gran parte della sua vita progettando e abbellendo spazi esterni in perfetta armonia con le strade medievali circostanti. Gestito oggi da Dominique Le Sidaner, nipote del pittore, i Jardins Henri Le Sidaner continuano a stupire i visitatori con il loro sapiente mix di colori e profumi inebrianti.

Raccontaci l'incredibile storia di questi giardini ...

Dominique Le Sidaner: "Fu su consiglio dello scultore Auguste Rodin e del ceramista Auguste Delaherche che mio nonno scoprì Gerberoy, dove nel 1904 comprò una casa che restaurò a poco a poco. Il luogo corrispondeva sotto tutti gli aspetti a le sue aspettative, dal momento che stava cercando un giardino atipico ma tranquillo per dipingere i suoi quadri. Nel corso degli anni, ha fatto varie acquisizioni per ampliare casa e giardino, quindi ha iniziato a costruire un laboratorio in un vecchio Ogni elemento del giardino - padiglione, archi e pale meteorologiche - è stato progettato dal mio antenato, che aveva un'idea molto precisa di ciò che voleva.

Come si articolano oggi?

Per visitare i giardini, devi prima passare alla casa del pittore, che occupiamo oggi con mio marito. Quest'ultimo non può quindi essere visitato, tuttavia l'officina adiacente all'edificio è aperta al pubblico: si possono scoprire alcuni mobili, copie dei suoi dipinti, nonché il suo ultimo schizzo, realizzato pochi giorni prima della sua morte. Dopo aver attraversato i bastioni, il visitatore entra in quelli che chiamiamo i giardini bianchi. Henri le Sidaner amava particolarmente gli spazi esterni monocromatici, quindi ogni giardino ha un nome di colore! La visita termina con il roseto dominato dal rosso e dal rosa, quindi dal giardino giallo e blu. Quest'ultimo ospita un bel belvedere, che è una replica perfetta di quello del Petit Trianon a Versailles.

Come riesci a mantenere un tale spazio, così ricco di storia?

Ci assicuriamo di rispettare il più possibile i piani e le scelte dell'impianto di Henri Le Sidaner. Gli piacevano alcune varietà di rose, ma anche glicine, clematide o persino i cestini d'argento. A volte compriamo le nostre piante all'estero quando le nostre crollano in modo che i giardini mantengano il loro aspetto originale con fiori specifici. Tuttavia il più complicato rimane senza dubbio la falciatura del prato, perché le numerose terrazze italiane e le ripide trame di terra rendono inaccessibili alcune parti del giardino!
I giardini di Henri Le Sidaner's sono aperti al pubblico da aprile a ottobre, tutti i giorni tranne il martedì Punto informativo turistico 3 di Gerberoy, rue Henri le Sidaner / 60380 GERBEROY 03.44.46.32.20

Guarda il nostro video: prendersi cura di un cespuglio di rose

Tutti i video di giardinaggio